domenica 14 luglio 2013

Intervista a Wanderio, quando le start up nascono per passione per il bene del #turismo








Ancora una volta ci troviamo di fronte ad una nuova start up del turismo, ideata e creata da giovani, che si sono conosciuti casualmente durante InnovAction Lab.

Tre giovanissimi, che non hanno come nella maggior parte delle nuove start up del nostro settore, nessun background turistico.

Questi eventi oggi deve essere letti - come del resto, ho ampiamente precisato - come un aspetto positivo, che da un lato, ci dice, che noi che lavoriamo nel settore, siamo ormai nella maggior parte dei casi, incapaci di comprendere le aspettative del cliente.Dall'altro, ci deve spingere a supportare i giovani, perchè il turismo, può arginare il dramma del lavoro, se articolato e ideato con passione come in questo caso.

La cosa che più colpisce di questi giovani, è la loro determinazione, la conoscenza del mondo online, e la voglia di dare risposte serie e concrete all’utente online.

Resta da capire, in che modo noi che operiamo nel settore, siamo non solo attenti a queste realtà, ma anche in grado di fornire supporto.

Oggi molti giovani cercano lavoro e opportunità in altri paesi, più attenti alle nuove realtà, quindi bisogna lodare questi giovani, che hanno deciso di mettersi in gioco, con fondi personali, e restare nel nostro Paese.

Cos’è Wanderio?

E’ un portale di viaggio, dove si è in grado di pianificare tutti i segmenti del trasporto, sia esso  pubblico che privato. Wanderio, consente all’utente di trovare in un'unica piattaforma tutto ciò che è relativo al viaggio. Tutti sappiamo, che attraverso Google, l’utente, necessità di 22 siti per finalizzare il proprio viaggio. Wanderio, vuole fortemente ridurre questa ricerca  Con Wanderio si può iniziare dalla porta di casa fino ad uno specifico indirizzo di un hotel o un evento pertanto, soddisfa sia il viaggio business, che leisure..Wanderio, per il momento, compara 1000 compagnie aeree e circa 20 mila tratte di percorso urbano,  trasferimenti privati o condivisi, e molto di più Per il momento non abbiamo preso in considerazione il segmento hotel, già fortemente presente con molti siti. Vogliamo dare risposte, laddove vi sono spazi ed opportunità, questo è lo scopo di Wanderio..

 Matteo, scusa ma è un meta-search?

No, siamo in meta pubblico, dove arrivi ad un pagina di riepilogo, in realtà stiamo lavorano su un’integrazione su una piattaforma booking che andrà online in autunno, per predisporre un sistema che permetterà di acquistarne tutti i segmenti

Matteo il vostro background, non ha radici nel turismo ?

Nessuno di noi ha background del turismo. E' la prima  esperienza imprenditoriale, creata da 3 persone, da un ragazzo cinese Disheng Qiu. Luca Rossi e Matteo Colò. Noi siamo i 3 fondatori. Abbiamo avuto quest’idea  e abbiamo iniziato a svilupparlo. Luca e Disheng sono 2 entrambi sviluppatori con Phd in informatica, io invece, sono più specializzato nel business, ovvero management. Ora siamo 7 persone, 3 sullo sviluppo, 1 marketing e comunicazione, e noi 3

Matteo quanto è complicato, aprire una start up in Italia, e quanto è complicato nel turismo?

Aprire una start up non è complesso, sebbene vi siano, varie norme burocratiche e confusionarie, che richiedono un pò di tempo,. Da un punto di vista turismo, vi sono spese che vanno affrontate e che per il momento si reggono solo su fondi personali

Noi che lavoriamo nel settore, cosa abbiamo detto fino ad esso di Wanderio?

Abbiamo presentato  alla BTO il nostro progetto nel 2012, ma non abbiamo mai avuto possibilità di feed back. Ci interessa molto di più, capire l’interazione con gli utenti, sapere che il sito è di facile intuizione

Cosa ora possiamo fare per voi?
Noi abbiamo immaginato una realtà che favorisce il turismo, con widget che vanno a sostituire pagine testuali, che dicono come raggiungerti. Vogliamo sviluppare questo widget per facilitare la location, indicando come raggiungere quello specifico luogo. Un aspetto che ci piacerebbe interagire con i supplier, capire come possiamo cooperare insieme,, strutturando un servizio di cooperazione
Quali sono i vostri obiettivi, e quale futuro intravedete per il turismo online?
Noi vogliamo attuare la nostra missione, diventare un punto di riferimento per organizzare i viaggi online. Facilitare l’utente, deve ci vede come un compagno evitando frammentazioni di dati. Il travel è tuttavia un mercato molto affollato, con grandi difficoltà per essere “ricordati”. Il nostro approccio pensiamo sia vincente, perché forniamo una soluzione reale e concreta ai problemi. Visitare un sito non è più sufficiente, bisogna invece contribuire a suscitare emozioni, esperienze attraverso l’organizzazione del proprio viaggio. Bisogna saper guardare alle opporunità

3 commenti:

  1. Ecco, questa è una realtà emergente che auspichiamo partecipi a E-Tourism LAB. Ecco qualche info in più: http://2013.etourismlab.it/b2b

    Non mancate, vi aspettiamo!!

    RispondiElimina
  2. Le start up nel turismo sono tantissime! La nostra è questa: www.tripaz.net
    Un augurio a tutti coloro che cominciano questa avventura. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  3. Manca in questo articolo un link diretto a Wanderio, o almeno io non l'ho visto. In ogni caso trovato lo ugualmente e provato per un poco. Ottima idea di base e grafica priva di fronzoli. Da aggiornare tempi e prezzi.

    RispondiElimina